BENTORNATA A CASA SAMANTHA!!!

Giu 12, 2015 Commenti disabilitati su BENTORNATA A CASA SAMANTHA!!! by

Puntuale come un orologio svizzero, Samantha Cristoforetti ha toccato di nuovo terra alle ore 15,44 di giovedì 11 giugno 2015 nelle steppe del Kazakistan.
Per poco meno di 200 giorni ha ruotato in orbita attorno alla terra a una altezza di 400 km circa, vedendo 3200 albe e altrettanti tramonti e percorrendo alla fine circa 130 milioni di chilometri. Numeri da record, come straordinaria è stata tutta l’avventura spaziale di Samantha.
Malè si è voluto ritrovare di nuovo in piazza davanti al Municipio per seguire assieme il suo ritorno sulla terra. Grande l’attesa difronte al maxischermo che trasmetteva in diretta le immagini provenienti dalla lontana zona di atterraggio. Quando la capsula ha toccato terra un grande applauso liberatorio si è elevato da tutta la piazza, le campane della chiesa parrocchiale hanno suonato a festa mescolando il loro suono alle note dell’Inno al Trentino e dell’Inno di Mameli. Forse anche questo è stato un record. Palpabile nella piazza anche una buona dose di commozione, soprattutto fra il gruppo di anziani ospiti della Casa di Riposo di Malè che in prima fila e all’ombra del grande schermo hanno seguito i momenti dell’atterraggio; commozione e gioia che si sono rinnovate successivamente quando i giovanissimi suonatori in costumi tradizionali che hanno allietato l’attesa in piazza hanno fatto visita alla Casa di Riposo. Alla fine per tutti i presenti assaggio di prodotti tipici locali, dai formaggi, ai succhi biologici, ai dolci e pasticceria, al gelato artigianale e mele.
Suggestive le immagini che arrivavano da un posto così lontano come le steppe del Kazakistan e allo stesso tempo un po’ contraddittorie: quello che era rimasto della capsula spaziale simile a una vecchia “lavatrice” industriale bruciacchiata che tocca terra appesa a un paracadute; le immagini dei tre astronauti, il russo Anton Shkaplerov, l’americano Terry Vits e la nostra Samantha Cristoforetti estratti quasi “a forza” dalla “lavatrice” e portati di peso a riposare assieme fra le erbe della steppa come stessero partecipando a un semplice picnic…
Quest’ultima immagine, dei tre astronauti assieme, ci riporta inevitabilmente ai primi tempi delle missioni spaziali, quando queste ultime erano un campo sul quale si svolgeva la cosiddetta “guerra fredda” fra le due superpotenze mondiali degli Stati Uniti d’America e di quella che era l’allora URSS; la guerra vera, la seconda Guerra Mondiale era finita da non molti anni e il mondo viveva in una paradossale situazione di equilibrio imposto dalla paura atomica, conseguenza degli enormi arsenali nucleari di distruzione reciproca. Una immagine del genere allora non sarebbe stata possibile.
Tantissima strada è stata da allora percorsa. Ma non si può dimenticare che sono cronaca di questi giorni le nuove tensioni degli USA e alleati occidentali con la Russia a proposito delle vicende in Ucraina, con le conseguenti preoccupazioni di ordine militare ed economico.
Alla soddisfazione per il buon esito della difficile missione si aggiunge l’augurio che lo splendido esempio di collaborazione suggerito da queste immagini sia di stimolo alla soluzione dei contrasti che accompagnano la vita sul nostro unico pianeta Terra.
Grazie Samantha!
DSCF3993-1

DSCF3991-1

DSCF3985-1

DSCF3982-1

DSCF3970-2

DSCF3964-1

DSCF3944-1

DSCF3943-1

DSCF3936-1

006

005

004

003

002

001

Eventi, Senza categoria

About the author

The author didnt add any Information to his profile yet